Ciò di cui la persona disabile ha bisogno non è una pacificazione culturale o corporea con la normalità ma la predisposizione di opportunità comunicative-sociali-espressive.

"Si esprime ed esprime perché ha qualcosa da comunicare ma soprattutto qualcosa da insegnarci"